DICHIARAZIONE CARMINE SCHIAVONE PDF

0

Cugino di Francesco Schiavone, è stato l’amministratore e consigliere del clan dei casalesi prima, collaboratore di giustizia poi. Le sue dichiarazioni hanno. Sul mattino di Napoli un articolo sulle richieste del Pd di fare chiarezza sulle dichiarazioni del boss casalese Carmine Schiavone, secondo See More. Stando alle dichiarazioni del pentito Carmine Schiavone, ex boss dei casalesi, e di altre persone specializzate intervistate da Le Iene sul dram. Share.

Author: Arashigor Zusar
Country: Vietnam
Language: English (Spanish)
Genre: Education
Published (Last): 4 May 2015
Pages: 165
PDF File Size: 20.55 Mb
ePub File Size: 15.84 Mb
ISBN: 198-1-94623-531-8
Downloads: 22343
Price: Free* [*Free Regsitration Required]
Uploader: Nill

Sono decenni che i magistrati delle Procure campane ci lavorano. Basta individuare la testa. Quelle di legno soprattutto tra i politici, tra gli imprenditori, tra i faccendieri. I Re Mida nel frattempo sono diventati tanti.

Diario di viaggio tra Gomorra e la Terra dei Veleni

Aversa invece si conferma essere terra di mafia. Come da 50 anni a questa parte.

Era un affiliato al clan Schiavone. Fu arrestato in un blitz nel insieme ad esponenti della fazione riconducibile al capo induscusso Francesco Schiavone alias Sandokan. Le indagini sono in corso.

Gli atti in questi giorni sono stati trasmessi da Napoli Nord per competenza alla Procura wchiavone Napoli. Da qualche mese ha iniziato a collaborare con la Giustizia. Un fiume in piena. Omicidi, traffici illeciti, estorsioni. Dichiarazion Schiavone aveva un nome e una stirpe da difendere. Le mafie oggi hanno cambiato camaleonticamnete il loro volto.

  MANOS EXPERTAS ALEXA DARIN PDF

Nella Terra di Gomorra la storia si ripete come altrove. E mai per caso. Le coincidenze non esistono. Oggi ci sono sulla scena politico-amministrativa aversana i figli, i nipoti, compari. Certe appartenenze non si rinnegano. Quella delle poltrone ministeriali, dei bottoni, dei compromessi. Nella terra del famigerato clan dei casalesi anche i morti e i feriti sono fonte di guadagno. Non solo appalti per le forniture e lavori.

Parola di Michele Zagaria. Vivandieri e consulenti personali assoldati dal boss.

Navigazione articoli

Ogni desiderio della primula rossa veniva prontamente esaudito da Inquieto e da tutta la famiglia. In cambio di protezione e soprattutto vil danaro.

Servono, sono utili e ben vengano nuove collaborazioni. Anche tanti errori, omissioni, silenzi inappropriati, verbali ancora desecretati. Il clan dei casalesi ha ramificazioni ovunque. Nella terra di Gomorra schjavone. Nel pubblico come nel privato, non si muoveva una foglia se i reggenti del clan non erano messi al corrente e davano il lascia passare.

Per qualsiasi tipo di iniziativa. Sangue e cemento in odore di piombo. Industriali dei crimini ambientali. Del loro modus operandi, tra i tanti, ha raccontato tutto ai magistrati il collaboratore di Giustizia della fazione bidognettiana, il monnezzaro cesano Gaetano Vassallo: I colpi di scena nel panorama criminale nostrano non sono cosa da poco. Qualcuno ha osato paragonarlo a Peppuccio Romano.

  LIAHONA NOVIEMBRE 2013 PDF

E forse non si sbagliava.

Enfant prodige della politica, a soli 19 anni diventa consigliere comunale nella sua Casal di Principe. Un omicidio eccellente, opera di mani esperte. Il clan aveva alzato la posta. Quel piombo che fece stramazzare al suolo don Diana aveva un peso specifico diverso. Le Istituzioni invitano a denunciare. E se uno crede in quello che fa lo deve fare sempre. Ma chi assiste chi ha il schiavoe di farlo?